ScartamentoMetrico

Torma Home Page

I  mie Treni  --  da gennaio 2018

.

La soluzione dei problemi famigliari, che avevano portato alla demolizione del vecchio plastico, hanno permesso di intraprendere la costruzione di quello nuovo apportando quelle modifiche che sono maturate con l'esperienza e il progresso. In particolare, dovendo ripartire da zero con lo studio delle linee, si è pensato di risolvere alla radice il problema dello scartamento e passare allo H0m, dato che tutto il materiale rotabile lo è già previsto previo adeguamento. Ho deciso di passare al materiale di armamento PECO e al digitale ( decoder ESU ) anche se devo dire che con l'analogico non ho mai avuto problemi di captazione di corrente e pulizia binari ( armamento ROCO ) ........ Per gli scambi ho installato i motori sottoplancia Conrad recuperati dal vecchio plastico.

.

web_020.jpg (146132 bytes) web_025.jpg (157779 bytes) web_028.jpg (168130 bytes) web_026.jpg (171115 bytes)

.

Sopra: La differenza sostanziale con il vecchio plastico è che le due linee sono entrambe chiuse ( ovale ) e non da punto a punto; ciò evita continue manovre alle stazioni di testa ( che erano il mio pallino prima; più giovane ..!! ); ora un treno può compiere il percorso completo dell'ovale inferiore per poi instradarsi su quello superiore per una percorrenza effettiva di circa 4 minuti.  Come il precedente, anche questo si sviluppa su tre livelli + 0, + 12 e + 24. Il telaio è montato su ruote che permettono di spostare il plastico a centro stanza per poter intervenire, in caso di necessità, sul lato posteriore ( in particolare parte centrale e lato destro di livello + 24 ). Tre telecamere permettono di controllare la stazione nascosta ( 2 attive al momento ). 

.

web_029.jpg (195496 bytes) web_030.jpg (146690 bytes) web_031.jpg (145067 bytes) web_027.jpg (208475 bytes)

.

Il comando degli scambi è analogico a itinerari da quadro di comando ( da completare ), con pulsanti ( 12 vcc ) che azionano relè che alimentano i motori ( 15 vca ) Conrad degli scambi ( al momento i pulsanti sono installati provvisoriamente sul frontale del plastico ). Per poter utilizzare i motori Conrad dagli scambi sono state eliminate le molle che bloccano gli aghi in posizione ( soluzione recuperata su internet e praticata da altri utilizzatori; non risultano problemi di captazione della corrente sui cuori per cui non è necessario alimentarli, anche se i motori sono previsti di appositi fili ).  Sono stati aggiunti pali e portali Sommerfeldt in sostituzione di quelli del precedente da me auto costruiti. Nelle gallerie è previsto solo il tratto di guida interno prima del portale; in tutte le parti nascoste i mezzi di trazione possono circolare con pantografi alzati senza interferenze.

.

web_001.jpg (175733 bytes) web_002.jpg (194307 bytes) web_003.jpg (215431 bytes) web_004.jpg (198389 bytes)
web_005.jpg (212743 bytes) web_006.jpg (206731 bytes) web_007.jpg (160737 bytes) web_008.jpg (176156 bytes)
web_009.jpg (204378 bytes) web_010.jpg (235483 bytes) web_011.jpg (218832 bytes)

.

Sopra: Per poter sfruttare l'intera lunghezza della stanza è stata completata prima la metà destra del plastico, per poter lavorare sul lato che poi sarebbe rimasto inaccessibile dall'esterno; questo ha previsto una progettazione completa con particolare riferimento alle pendenze e al completamento di quanto sarebbe diventato difficilmente raggiungibile e/o di facile installazione

.

web_012.jpg (188358 bytes) web_013.jpg (176046 bytes) web_014.jpg (202794 bytes) web_015.jpg (213580 bytes)
web_016.jpg (210129 bytes) web_017.jpg (182045 bytes) web_018.jpg (228665 bytes) web_019.jpg (258326 bytes)
web_024.jpg (237076 bytes) web_022.jpg (185712 bytes) web_023.jpg (201516 bytes) web_021.jpg (229148 bytes)

.

Sopra: Completato ( quasi ) la parte destra ho quindi iniziato la parte sinistra, comunque più agevole in quanto è prevista una botola amovibile a quota + 24, che rende ogni intervento lato muro più agevole.

pagina in aggiornamento

Torna Archivio